U.P.M. 22

Che cos’è? “L’UPM (Unità Pastorale Missionaria) è il luogo per eccellenza per pensare e attuare una pastorale “programmatica”. Si tratta dell’azione missionaria della Chiesa che si fa carico della pastorale di ambiente, sia nello slancio missionario verso i luoghi di vita delle persone e le periferie esistenziali e geografiche del territorio, che talvolta la frammentazione delle parrocchie lascia ai margini, sia con una più forte ripresa della missione verso gli ultimi e i lontani e nella missione ad gentes. Questo richiede che la programmazione proceda in modo coordinato: i cammini parrocchiali faranno riferimento alle scelte comuni operate dalle UPM, inserendole nell’arco del progetto pastorale diocesano proposto dal Vescovo”. (cfr. XXI Sinodo Diocesi di Novara)

Fanno parte dell’UPM 22 le parrocchie di Romagnano Sesia, Grignasco (Maria Vergine Assunta e Sant’Agata fraz. Ara), Cavallirio e Prato Sesia

I passi compiuti fin qui: La collaborazione dei sacerdoti dell’UPM 22 è nata ancora prima della decisione di avviare il Sinodo Diocesano in un clima cordiale di incontro ogni giovedì a pranzo. Spesso si è trattato di condividere delle scelte comuni per la pastorale della propria parrocchia o nel condividere appuntamenti organizzati dalle singole parrocchie che potevano essere interessanti anche per le altre. Da subito (2013) si è evidenziata la necessità di una pastorale giovanile integrata. Nel 2014 è nato il gruppo degli universitari e lavoratori di UPM che dal 2015 si incontra regolarmente una volta al mese per fare un cammino di riflessione a partire dal Vangelo utilizzando il metodo della “drammatizzazione”. Verso la fine dell’anno pastorale 2015-2016 si è deciso di costituire una équipe di PG di UPM per aiutarsi nella formazione degli animatori e la programmazione degli incontri di gruppo. L’équipe è composta dal gruppo degli universitari e lavoratori e da chi segue i gruppi nelle singole parrocchie.  All’inizio dell’anno pastorale 2016-2017 l’équipe di PG ha concluso la stesura di un Progetto di PG e ha definito i cardini per i corsi di formazione degli animatori dei Grest e di Gruppo. Nel frattempo l’UPM ha vissuto un anno di preparazione alle Missioni Popolari Francescane e la loro realizzazione nell’Ottobre 2016. Lo scopo era di iniziare a far lavorare insieme i laici delle diverse comunità divisi per commissioni (famiglia, catechiste, giovani, liturgia e scuola). Nel mese di marzo, i sacerdoti hanno deciso di dividersi le responsabilità per quanto riguarda la pastorale nell’UPM nel seguente modo: Giovani e Catechismo parroco di Grignasco; Caritas, e catechesi adulti parroco di Romagnano; Scuola e Liturgia parroco di Cavallirio; Malati e Famiglia parroco di Prato Sesia. Al termine delle Missioni è nato da subito il desiderio di continuare l’esperienza con i Centri di Ascolto del Vangelo con un corso di formazione per gli animatori a livello di UPM. Le catechiste richiedono di ritrovarsi per organizzare un corso di formazione pensato per loro. L’8 gennaio si è svolto il primo ritiro di UPM per gli adulti mettendo al centro la vocazione comune derivante dal Battesimo e lo spirito missionario che ne deriva. Il 12 gennaio 2017 si incontra per la prima volta l’équipe di UPM composta dai parroci, una suora (tre parrocchie su cinque vedono la stessa congregazione presente), la coordinatrice della PG, un laico referente per ogni parrocchia. In questo primo incontro si prende spunto dalle verifiche delle Missioni Popolari per decidere come procedere nel cammino di coordinamento della pastorale sopratutto dove c’è più bisogno.

Cliccando qui trovi materiale utile per il lavoro in UPM